Teutra/blog » Web Marketing » Google Ads o Facebook Ads: su quale puntare per il business?

 

Google Ads o Facebook Ads: quale piattaforma utilizzare per la mia pubblicità online?

Se questa è tua domanda, con la lettura di questo articolo, ti fornirò delle chiare indicazione che ti permetteranno una scelta più informata e consapevole.

Negli anni, è montata una forte rivalità tra le due aziende e, come conseguenza, una agguerrita concorrenza tra le due piattaforme pubblicitarie.

Questa agguerrita competizione fra le piattaforme pubblicitarie di Google e Facebook ha generato confusione negli imprenditori, in particolare in coloro che si affacciano per la prima volta a internet e alle diverse forme di pubblicità digitale.

Per molti non è semplice decidere su quale piattaforme investire tempo e risorse.

In realtà le due piattaforme sono diverse e operano su obiettivi diversi e molte aziende hanno deciso di sfruttare i punti di forza di entrambe.

In questa guida analizzeremo il funzionamento e le differenze tra Google Ads e Facebook Ads al fine di migliorare la conoscenza e capire su quale puntare in base al business.

 

 

Che cos’è Google Ads

 

Google Ads è il rebranding che l’azienda di Mountain View ha fatto nel 2018 della vecchia piattaforma Google Adwords.

Google Ads è la piattaforma di pay per clic (PPC) più grande al mondo poichè è veicolata dal motore di ricerca più grande al mondo.

Con più di tre miliardi di ricerche al giorno, Google Ads è un ottimo posto dove proporre i tuoi annunci pubblicitari.

Esistono anche altre piattaforme di pay per clic, come quella che si appoggia al motore di ricerca Bing di proprietà di Microsoft, ma Google Ads è da anni leader incontrastato del settore e raccoglie una fetta di mercato enormemente più grande rispetto a quella della concorrenza.

La piattaforma pubblicitaria di Google si basa principalmente sulle chiavi di ricerca.

Gli inserzionisti fanno un offerta per determinate parole chiave di loro interesse e, quando un utente digita una query nel motore di ricerca che contiene una delle parole chiave selezionate, vengono pubblicati gli annunci degli inserzionisti.

Per semplificare chi offre di più ha diritto di avere il proprio annuncio in prima posizione e gli altri inserzionisti a seguire, ma non è esattamente così.

Infatti questo criterio viene integrato con il concetto di quality score, il punteggio di qualità.

Vengono premiate la qualità e pertinenza, rispetto alla query di ricerca, di annuncio e landing page (leggi questo mio articolo sulle landing page per approfondire l’argomento).

 

 

La migliore esperienza utente e la sua soddisfazione sono da anni al centro di tutti i brevetti e attività di Google.

Questo significa che in sede di pubblicazione, a parità di offerta, verranno premiati, e cioè costeranno di meno, gli annunci con alta qualità e pertinenza rispetto agli altri.

Puoi leggere questo mio articolo su Google Ads per approfondire l’argomento.

 

 

Punti di forza e vantaggi di Google Ads

 

L’algoritmo di Google Ads si è molto evoluto da quando mostrava semplici annunci di testo.

Inoltre, appoggiandosi al motore di ricerca, può contare su un pubblico immenso.

Su Google vengono effettuate 40000 query di ricerca al secondo, più di 3 miliardi al giorno.

Anche in prospettiva futura Google non teme rivali.

Detiene il miglior algoritmo di ricerca e di apprendimento automatico, fatto che ne aumenta la leadership e la fetta di mercato, rispetto ad altri motori di ricerca.

E la logica ci dice che il pubblico aumenterà in futuro.

Google ADS fornisce alcune funzionalità interessanti come la riconnessione con chi interagisce con il tuo sito, ad esempio con chi inserisce senza acquistare, prodotti nel carrello.

Interfaccia semplice e funzionalità avanzate per l’asta.

Tutto questo rende Google Ads un ottimo strumento per la tua strategia di marketing.

 

Quanto costa Google Ads

 

Google ADS non ha un costo fisso, dipende da vari fattori, principalmente dal costo delle parole chiave e dalla nicchia di mercato.

Alcune nicchie sono molto competitive e le keyword costano di più.

La buona notizia è che puoi impostare un limite massimo di spesa e puoi smettere di pubblicare i tuoi annunci quando il budget si esaurisce.

Inoltre paghi solamente se l’utente svolge un’azione come un clic, una visita al sito o una telefonata.

 

Che cos’è Facebook Ads

 

Facebook Ads è uno strumento che permette di pubblicare annunci a pagamento sul principale social esistente, annunci simili a quelli di Google ADS ma pubblicati solo su Facebook e Instagram.

Non sono annunci pubblicitari invasivi e vanno a integrarsi con i feed di Facebook e Instagram.

Forniamo volontariamente a Facebook, una serie di dati sui nostri interessi e questo permette la creazione di annunci che non disturbano il consumatore, ma sono indirizzati a un pubblico interessato all’argomento, al servizio o al prodotto offerto.

Ho scritto un articolo su Facebook Ads per comprenderne tutti gli aspetti.

 

 

Punti di forza e vantaggi di Facebook Ads

 

Il principale vantaggio di Facebook Ads risiede nel pubblico potenziale di 2,7 miliardi di utenti.

Inoltre le persone condividono con i loro amici sui social, ogni sorta d’informazione personale.

Dalle relazioni sentimentali, al matrimonio, alla nascita dei figli, agli orientamenti politici e sessuali, alle gioie e ai dolori della vita.

Potremmo non esserne pienamente consapevoli ma condividiamo su Facebook moltissime informazioni personali e questa è pura manna per gli inserzionisti.

Con queste informazioni, un annuncio su Facebook Ads raggiunge il pubblico sulla base di dati demografici, di comportamenti e interessi e quindi è più mirato rispetto a un annuncio su Google Ads che punta sulla parola chiave.

In pratica il tuo annuncio pubblicitario raggiunge solo le persone che potrebbero effettivamente essere interessate ad acquistare il tuo prodotto o servizio.

Un altro vantaggio di cui gode Facebook Ads sono gli annunci visivi rispetto agli annunci di testo di Google Ads.

 

Differenze tra Facebook Ads e Google Ads

 

Entrambe sono piattaforme di annunci pubblicitari a pagamento, pay per click (PPC).

Facebook Ads è un pay per clic sui social (Facebook, Instagram, Messenger) mentre Google Ads è un pay per clic sui motori di ricerca.

Il pubblico di Facebook è valutato in 1,73 miliardi di utenti al giorno, mentre su Google ci sono 3.5 miliardi di ricerche al giorno.

 

Il tipo di pubblico

 

Non devi valutare solamente il numero di potenziali utenti per scegliere dove pubblicare il tuo annuncio pubblicitario, ma ti devi anche chiedere con quale intento i consumatori vanno sui motori di ricerca e passano il loro tempo sui social media come Facebook.

Le persone vanno su Google per risolvere un problema, per informarsi su marchi, prodotti, servizi e prezzi, per trovare risposte a loro domande.

Google mette immediatamente in contatto la tua attività con il potenziale cliente proprio nel momento in cui ne ha bisogno.

D’altro canto, le persone vanno su Facebook per rilassarsi e socializzare.

Per semplificare, Facebook deve essere utilizzato per far conoscere il tuo marchio e Google per vendere il tuo prodotto o servizio.

 

Costo del clic

 

Il costo per clic medio di Google Ads, indipendentemente dal settore, è di circa 2,7€.

Un ecommerce deve aspettarsi un costo medio di 1,15€ a clic, mentre il costo medio per clic delle attività finanziarie e assicurative, è di circa 7€.

Questa differenza nei costi per clic si giustifica con il fatto che i consumatori utilizzano Google nel momento in cui vogliono acquistare, mentre utilizzano Facebook per svagarsi

Formato degli annunci

 

Facebook Ads aggiunge l’impatto visivo al messaggio pubblicitario mentre Google Ads offre la possibilità di annunci di testo con una lunghezza limitata.

 

Opzioni di targeting

 

Entrambe le piattaforme offrono opzioni mirate di targeting come, ad esempio, posizione geografica, sesso ed età.

Detto questo Facebook Ads, potendo contare sulle informazioni personali che noi stessi gli forniamo, è più preciso  nella selezione del target dell’annuncio.

Ad esempio su Facebook Ads, un negozio di giocattoli può rivolgere un annuncio pubblicitario a genitori laureati, con figli tra i 6 e i 10 anni e con reddito tra 50000€ e 100000€ in una determinata area geografica.

Se il tuo è un pubblico di nicchia, Facebook Ads è un ottimo modo di farti pubblicità.

 

Riepilogo differenze Facebook Ads e Google Ads

 

Target. Facebook Ads sceglie il pubblico a cui mostrare gli annunci pubblicitari in base al loro comportamento e ai loro interessi, mentre Google Ads mostra annunci pubblicitari in base alle parole chiave.

Ambiente. Gli annunci di Facebook Ads vengono pubblicati sul principale social esistente mentre gli annunci di Google Ads sul principale motore di ricerca al mondo.

Utilizzo. Le persone sono su Facebook per relazionarsi con i propri simili e per svagarsi mentre vanno su Google per cercare informazioni, per cercare marchi, prodotti e prezzi, per trovare risposte e risolvere problemi.

Obiettivi. Gli inserzionisti sono su Facebook per far crescere la conoscenza del proprio marchio, vanno su Google vendere i loro prodotti e servizi.

Scopo. Si può utilizzare Facebook Ads per far iscrivere gli utenti a una mailing list, aumentare le visite al sito web e aumentare la consapevolezza del marchio, mentre si può utilizzare Google Ads per vendere prodotti e servizi.

 

 

 

Facebook Ads e Google Ads, quale usare?

 

Entrambe le piattaforme pubblicitarie sono potenti e utilizzabili per qualsiasi tipo di attività, se pensate come complementari e non in opposizione.

Usare il potenziale della ricerca a pagamento e dei social a pagamento è una strategia che punta a  sfruttare i punti di forza di entrambi.

 

Come suddividere le risorse tra gli annunci di Google e gli annunci di Facebook

 

Hai un budget a disposizione, hai capito che è importante fare annunci su entrambe le piattaforme, ma non sai come suddividere le risorse?

Molto dipende dal tuo mercato di riferimento.

Ti presento quattro scenari, valuta in base al tuo mercato, come suddividere le risorse.

Scenario numero uno: il pubblico conosce già il tuo marchio ed i tuoi prodotti o servizi. Concentrati su Google ma senza trrascurare Facebook. Suddivisione budget: Google Ads 80%, Facebook Ads 20%.

Scenario numero due: il mercato non conosce il tuo marchio concentrati su Facebook per creare consapevolezza. Suddivisione budget: Google Ads 0%, Facebook Ads 100%.

Scenario numero 3: Se il mercato conosce il tuo marchio ma vuoi lanciare un nuovo prodotto o servizio, investi principalmente su Google Ads ma valuta con attenzione l’andamento della campagna per apportare correzioni in base ai risultati. Suddivizione Budget: Google Ads 70%, Facebook Ads 30%.

Scenario numero quattro: il mercato è molto competitivo e costoso? Punta principalmente su Facebook Ads ma utilizza Google Ads per le parole chiave più importanti. Suddivisione budget: Google Ads 30%, Facebook Ads 70%.