Home » SEO » Come creare e impostare la scheda di Google My Business per la tua attività

 

Le piccole imprese a volte sottovalutano l’efficacia del web per il proprio business. Un esempio è la scheda di Google My Business associata alla propria attività. E’ gratuita, offre un’opportunità alternativa per attirare clienti, permetter di scoprire come le persone entrano in contatto con te e come interagiscono ma molto spesso non viene neanche impostata.

Con questa guida ti darò una panoramica dettagliata sulla sua importanza e su come impostarla. Partiamo!

 

Crea la tua pagina con Google My Business

 

Crea la tua pagina di Google My Business collegandoti a questo link.

La scheda è essenziale perché fornisce agli utenti e di Google e Google Maps le informazioni ‘anagrafiche’ di base sulla tua attività e non solo. Qui sotto puoi vedere un esempio per la ricerca ‘Teutra’ su Google Maps.

teutra on google maps

 

Come puoi vedere ci sono le informazioni di contatto più importanti come indirizzo, telefono, orari di apertura e indirizzo del sito web. Queste informazioni Google Maps le ricava proprio dalla scheda di Google My Business.

Per costruire la scheda della tua attività su Google My Business dovrai affrontare una serie di passaggi e rispondere a una serie di domande: cerca di farlo nella maniera più corretta possibile, solo in questo modo Google saprà come inserire la tua attività nella categoria più appropriata.

 

Inserisci le informazioni ‘anagrafiche’

 

Le informazioni ‘anagrafiche’ sono molto importanti e saranno tra le prime cose che ti verranno chieste. Inserisci dunque:

  • Indirizzo.
  • Contatti telefonici.
  • Indirizzo del sito web.
  • Orario di apertura dell’attività.

Queste informazioni come puoi capire, sono essenziali per farti trovare. Assicurati di tenere sempre aggiornate queste informazioni.

 

Verifica la proprietà

 

Occorre ora rivendicare la proprietà dell’attività cioè comunicare a Google che sei tu il titolare dell’attività. A questo link puoi verificare che nessuno abbia già rivendicato la proprietà della scheda di Google My Business ed eventualmente rivendicarla.

Questo può capitare poiché molto spesso Google stessa genera in modo automatico schede delle attività commerciali che a volte hanno dati imprecisi o peggio, errati.

Si può rivendicare la proprietà dell’attività attraverso vari metodi tra cui i principali:

  • Per mezzo di una telefonata.
  • Tramite l’invio di una cartolina. (si proprio la cara, vecchia e tradizionale posta).
  • Con una email.

Il processo non richiede molto tempo (se hai richiesto la verifica tramite posta, solitamente si riceve la cartolina in pochi giorni lavorativi) e fino a che Google non ‘certifica’ l’associazione tra te e l’attività in questione, la scheda non sarà attiva.

 

Ottimizza la scheda per il tuo business

 

Adesso è il momento di fornire informazioni sulla tua attività ai tuoi visitatori. Devi utilizzare nelle varie descrizioni, le parole chiave più importanti della tua nicchia, del settore merceologico di cui ti occupi. Come fare? Per prima cosa pensa a quali sono le parole chiave che ti aspetti che gli utenti inseriscano su Google quando cercano un attività come la tua: come seconda cosa guarda cosa fa la tua concorrenza.

Immaginiamo tu sia un elettricista a Milano. Probabilmente le persone cercano attività come la tua con parole chiavecome  ‘elettricista a milano’, ‘impianti elettrici a milano’ o simili. Cerca d’inserire queste chiavi di ricerca nelle tue descrizioni perché contribuiranno a farti trovare sui motori di ricerca.

Quando crei la scheda sulla tua attività commerciale non inserire le chiavi a casaccio ma concentrati nell’inserire le parole chiave in frasi che abbiano un aspetto grammaticale del tutto corretto. Guarda e ispirati a quello che scrive la tua concorrenza, soprattutto di quei concorrenti che compaiono ai primi posti delle ricerche. Ispirati ma non copiare, questo non piace a Google.

 

Foto e video di qualità

 

Aggiungi foto e video alla tua scheda commerciale di Google My Business. Lo scopo dei social e della scheda, è quello di creare relazioni tra la tua attività e i tuoi clienti. Il miglio modo è quello di mostrare che sei una persona ‘reale’ e hai un’attività ‘reale’.

Certo, questo è molto più vero se hai un’attività ‘tradizionale’, meglio se hai un negozio. In questo caso mostrare foto del tuo negozio mentre interagisci con i tuoi clienti, oppure far vedere i tuoi prodotti è decisamente una buona idea. Cerca la qualità. Scatta foto e gira video in alta risoluzione.

Il tutto legittimerà il tuo marchio e ti renderà più credibile nel processo decisionale dell’acquisto da parte di potenziali clienti.

 

Le recensioni

 

Le recensioni sono molto, molto importanti nel processo che porta gli utenti ad acquistare prodotti e servizi sul web. Parallelamente al vecchio ‘passaparola’ conoscere l’esperienza degli altri utenti prima di acquistare è diventato uno dei principali fattori decisionali.

Molti imprenditori non lo fanno e trascurano questo aspetto, perdendo opportunità di business. Se la recensione è positiva, tutto va bene. Ma che succede se la recensione è negativa? Se rispondi cercando di capire il problema e mostrandoti disponibile a risolverlo avrai dimostrato cura e attenzione verso i tuoi clienti.

Se invece ignori la cosa avrai mostrato supponenza e disinteresse e i potenziali clienti che successivamente leggeranno la tua scheda, non ti considereranno un opzione credibile. Prenditi del tempo ma rispondi sempre alle recensioni nel modo più professionale possibile.

 

Mantieni la scheda sempre aggiornata

 

Un altro errore è quello di costruire una scheda e poi dimenticarsene. Grave errore. Le informazioni che hai inserito in fase di creazioni, non rimangono costanti nel tempo. Mi riferisco ad esempio all’orario di apertura, il numero di telefono, il sito web, i prodotti e servizi e qualsiasi altra informazione associata alla tua attività.

Se non aggiorni queste informazioni dai un’immagine passiva di te e di quello che fai mettendoti in cattiva luce. E questo allontana i clienti.

Programma periodicamente del tempo da dedicare a recensioni e aggiornamento della pagina. Eccoti un esempio di come le imprese utilizzano con profitto Google My Business.