ottimizzare wordpress: 10 plugin indispensabili

Ottimizzare wordpress: quali plugin utilizzare ?

In questo articolo ti parlerò di plugin e in particolare di 10 tra i plugin usati dalla maggior parte dei siti web per ottimizzare wordpress. La piattaforma wordpress nata nel 2003, nel tempo si è imposta come la più popolare e diffusa piattaforma gratuita per la pubblicazione e la gestione dei contenuti online (oltre 60 milioni di download per questo CMS – Content Managment System).

Per chi ha deciso di installare sul proprio dominio la piattaforma WordPress c’è la possibilità di servirsi di plugin da scegliere in un elenco che ne comprende decine di migliaia. I plugin non sono altro che software che ci vengono incontro in fase di costruzione e ottimizzazione di un sito web. Si integrano a perfezione con la piattaforma wordpress e se ne trovano di gratuiti e a pagamento.

Sul sito WordPress.org troviamo una lista completa dei plugin esistenti e possiamo effettuare delle ricerche per argomento.

Contact Form 7

contacy form 7

Contact Form 7 è il plugin più popolare per generare e gestire un modulo di contatto. Definito dalla stessa presentazione “semplice ma flessibile”, con più di 20 milioni di download e 5 milioni di installazioni Contact Form 7 è uno dei plugin più popolari. Questo fatto dimostra come ci sia sempre più l’esigenza di interagire con il pubblico degli utenti, anche e soprattutto sui siti progettati con WordPress.

Yoast SEO

yoast seo

Un plugin in costante crescita negli ultimi anni è WordPress SEO by Yoast, uno strumento che tiene insieme più funzionalità SEO e che può essere utilizzato a differenti livelli di profondità. La search engine optimization o SEO, sta alla base dell’obiettivo del raggiungimento della visibilità sui motori di ricerca. Con questo strumento chiunque può cimentarsi nell’impresa di ottimizzare wordpress. Questo plugin aiuta i meno esperti ad ottenere una ottimizzazione di base. Per un lavoro più più preciso e per ottenere risultati significativi, occorre sempre rivolgersi ad un consulente SEO.

Akismet

akismet

Akismet (24.107.862 di download complessivi), è lo strumento in grado di filtrare i commenti ai post ed alle pagine dividendo quelli genuini dallo spam. Tutti siamo martellati da messaggi indesiderati via email. Se ti dovessi trovare ad amministrare un sito con wordpress, sono convinto che amerai questo plugin che senza il tuo intervento e in completa autonomia,  impedirà ai messaggi spam di inquinare i preziosi commenti dei tuoi utenti.

Wordfence Security

wordfence security

Wordfence Security è un plugin che offre strumenti per la sicurezza, proteggendo con firewall e un potente software contro i malware il tuo sito web e il tuo business dai continui e fastidiosi tentativi di accesso non autorizzato. Questo plugin sta riscuotendo un rapido successo per la sua qualità e la gratuità, ed è in costante aggiornamento.

Woocommerce

woocommerce

WooCommerce è un plugin wordpress molto utile se si deve realizzare e gestire un e-commerce, il classico negozio online. Questo plugin è un sistema espandibile per il controllo unificato delle vendite. Visualizzate nel vostro online store come stanno andando le vendite, a che punto stanno le scorte, le recensioni rilasciate dai clienti. Settate i vostri metodi di pagamento e di spedizione. A disposizione ci sono diverse estensioni gratuite ma se volete il top dovete sottoscrivere un abbonamento Premium. 

WP Super Cache

wp super cache

Questo plugin genera del codice statico html dagli originali file php di wordpress. Con quale scopo? Aumentare la velocità di caricamento delle pagine, fattore importante per emergere nelle ricerche. Google ha annunciato che la velocità di caricamento delle pagine diventerà un fattore di ranking sempre più significativo. Wp super cache può essere un buon punto di partenza per velocizzare il caricamento delle pagine anche se è sempre meglio rivolgersi ad un consulente SEO.

Jetpack

jetpack

Jetpack è un plugin in grado di ridurre il numero complessivo dei plugins wordpress installati grazie alle sue potenti funzionalità all-in-one. Monitoring del sito, gestione abbonamenti e commenti tramite social network, editor CSS, sistema di correzione di bozze e molte altre funzioni per un plugin quasi completo che viene aggiornato spesso.

All in one Seo pack

all in one seo pack

All in One SEO pack è uno strumento che permette anche chi muove i primi passi nel settore della SEO, acronimo di search engine optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca di migliorare le impostazione sul proprio sito web. Si è in grado di controllare con questo plugin diverse cose come ad esempio titoli, tag, meta descrizioni di pagine e articoli. Molto diffuso è adesso stato sopravanzato dal plugin di Yoast ma ciò non toglie che resti sempre un strumento valido.

bbPress

bbpress

Se il tuo sito web o il tuo blog hanno bisogno di un forum di discussione, bbPress è la risposta. Le sue principali caratteristiche sono la semplicità d’uso, la velocità e l’integrazione con la piattaforma wordpress. Pur essendo un software open source, creato e supportanto da utenti appassionati, è molto leggero e flessibile e risolve a pieno tutte le funzionalità di un forum moderno.

WP Smush

wp smush

Quando si cerca di ottimizzare un sito web, una delle prime cose da fare è cercare di rendere meno pesanti le immagini. Il motivo è presto detto: un immagine più leggera in termini di kbyte verrà caricata molto più velocemente rendendo più veloce il caricamento globale della pagina web. WP Smush svolge egregiamente questo lavoro di compressione delle immagini. Basta installarlo e fargli analizzare le immagini presenti sul sito web: automaticamente verranno rielaborate e alleggerite senza perdere in qualità. Pur essendo abbastanza recente, ha accumulato velocemente più di un milione di installazioni. Il massimo nel suo genere.

Concludendo

Altri plugin che vi segnalo per ottimizzare wordpress sono ad esempio WordPress Importer, per trasferire da una piattaforma all’altra messaggi, pagine, commenti, campi personalizzati, categorie, tag attraverso la creazione di un file di esportazione di WordPress.

C’è anche NextGEN Gallery, il sistema di gestione delle gallerie con slide show animato programmabile che ha realizzato oltre 10 milioni di download. Infine vi segnalo UpdraftPlus, il tool specifico per il backup ed il ripristino dei contenuti, con operazioni manuali o pianificabili.

Questa è una lista dei principali plugin che uso per ottimizzare wordpress ma se ne conosci altri interessanti, scrivilo nei commenti sono sempre interessato a conoscerne di nuovi.

Se hai bisogno di un sito web per la tua attività, rivolgiti ad un professionista che ti aiuti a realizzare il tuo sito web con wordpress. In questo caso, ricordati di Teutra :-)

Alla prossima

WordPress 4.0 “Benny”

WordPress 4.0 “Benny” un omaggio al re dello swing

Ci siamo, nei giorni scorsi WordPress 4.0 “Benny” è stato annunciato. La quarta versione del popolare CMS – Content Management System, rende omaggio a Benny Goodman – il re dello swing, e introduce interessanti miglioramenti. Si tratta di piccoli cambiamenti che però possono far risparmiare un bel po’ di tempo a webmaster, amministratori e blogger che in tutto il mondo utilizzano WordPress come sistema di pubblicazione e gestione dei contenuti.

WordPress 4.0 Benny è una versione matura della piattaforma open source, che rispetto alle versioni precedenti migliora la gestione dei media con una nuova interfaccia e consente di embeddare contenuti dai siti e dai social e modificare i post in maniera più semplice.

wordpress-4.0-mediamanagerPartiamo proprio da qui, dal nuovo Media Manager di WordPress, adesso più pulito nella navigazione e quindi utile. La griglia degli upload non ha le pagine, è più ordinata e mostra tutti i vostri file scorrendo all’infinito verso il basso o utilizzando i comodi pulsanti.  Vi basterà cliccare sull’immagine per vedere tutti i campi informazione – titolo, sottotitolo, testo alt e caratteristiche tecniche di base come il tipo e la dimensione del file. Inoltre il Media Manager adesso offre la nuova modalità di anteprima dei contenuti.

Passiamo poi ad un altro piccolo grande problema che WordPress 4.0 risolve. Fino ad oggi – alla versione WordPress 3.9, la barra con le opzioni di formattazione rimaneva ferma in alto. Ad esempio, dopo aver selezionato una parola per renderla in ‘grassetto’, bisognava tornare in alto per selezionare la ‘B’ (o, per gli utenti più esperti, usare le scorciatoie da tastiera). Oggi l’Editor di WordPress si muove con voi, facendo sì che gli strumenti di formattazione scorrano con voi e siano disponibili in qualsiasi momento. Anche la barra di pubblicazione adesso è a portata di mano, rimane sempre di lato.

Ecco che un processo che molti effettuano ogni giorno, la scrittura, la redazione e la pubblicazione di contenuti, diviene più facile. Non solo per la barra di formattazione, ma anche per l’operazione di embedding – incorporamento di contenuti nei post, che adesso diviene un’esperienza visiva. Basta con la proliferazione dei plug-in di gestione video, adesso vi basterà incollare un URL di YouTube o Vimeo su una nuova riga per avere istantaneamente il vostro video incorporato. Lo stesso discorso vale per i contenuti da Twitter e da altri 23 siti supportati. In questo modo non è necessaria l’attivazione di applicazioni di terze parti esterne o plug-in di terzi.

plugin-worfpress-4.0Proprio questa è l’altra chicca. WordPress 4.0 rende più accessibile anche l’utilizzo dei plugin. Trovare quello giusto per le vostre esigenze è adesso un’esperienza coinvolgente con il nuovo plug-in di ricerca e la visualizzazione stile negozio. Nella vetrina dei Plugin adesso trovate ciò che state cercando suddiviso in categorie speciali, come ad esempio “performance”, “sociale” e “strumenti”.  Cliccando su un determinato plugin è possibile avere una descrizione, dettagli sull’installazione, registri delle modifiche. Inoltre abbiamo anche una barra laterale per ogni plugin con le specifiche tecniche, il link allo sviluppatore e le info di base. 30.000 plug-in open source recensiti e descritti sono disponibili per voi utenti medi – per personalizzare il vostro sito, mentre per i più esperti c’è CSSChopper, lo strumento per chi ha esigenze particolari.
Infine arriva anche l’introduzione dello strumento WordPress MU (Multi-User). Adesso vi basterà avere una singola installazione di WordPress per ospitare più siti, risparmiando tempo.

Insomma, la nuova versione di WordPress sembra puntare a risolvere – senza troppi stravolgimenti, uno dei problemi fondamentali dei sistemi di web publishing, l’integrazione dei dati e delle risorse esterne nelle pagine, un aspetto molto spesso trascurato nei CMS.

D’altronde Worpdress è una piattaforma molto diffusa, tanto che fra i primi 10 milioni di siti web che Alexa ha ordinato per importanza, circa il 23% si basa su architettura WordPress. Se prendiamo invece in considerazione solo i siti che utilizzano un CMS, WordPress rappresenta addirittura il 61% del mercato, mentre Joomla ha l’8% e Drupal il 5%.

Come per altri aggiornamenti importanti, il nostro consiglio è di installare manualmente WordPress 4.0. Finito il periodo della beta pubblica, adesso la nuova versione del CMS è disponibile. Sicuramente WordPress 4.0 nelle prossime settimane potrebbe avere dei bug più o meno importanti. Il consiglio, per chi ha esigenze professionali, è di attendere almeno fino alla prossima release minore (4.0.1), in arrivo al massimo fra uno o due mesi.

E-commerce : aumentano acquisti da tablet e smartphone

E-commerce: nel 2014 volano gli acquisti da dispositivi mobili
Cresce in maniera esponenziale l’e-commerce in Italia ed è boom degli acquisti effettuati online attraverso smartphone e dai dispositivi mobile in generale.

Durante il Netcomm eCommerce Forum 2014 è stato dichiarato che gli acquisti dai dispositivi mobili, dopo la percentuale altissima (+289%) registrata nel 2013, stanno avendo un ulteriore aumento dell’85%, passando da 164 milioni di euro a 1,2 miliardi in soli due anni.

carrelloMa  non è tutto! Si prevede, entro la fine del 2014, un ulteriore espansione degli acquisti da mobile del 19% del totale relativo all’e-commerce.

Acquisti sul web

Insomma le abitudini degli italiani stanno rapidamente cambiando e i dispositivi mobili si stanno espandendo a macchia d’olio.

Fonti certe affermano che sono  20 milioni gli italiani che hanno già acquistato sul Web almeno un bene o servizio durante la loro vita e più di sedici milioni lo hanno fatto negli ultimi tre mesi.

mobileIl settore trainante del e-commerce resta il turismo (si parla di 5,4 miliardi di euro), che ha registrato l’11% in più, ma la crescita coinvolge tutti i settori, l’informatica ha registrato un aumento del 32%, seguito dall’editoria (+28%) e dai generi alimentari (+23%), ma anche l’abbigliamento non è da meno (+21%).

L’introduzione dei dispositivi mobili ha cambiato totalmente il processo di acquisto di tanti tipi di beni, ma anche servizi.

Con 27 milioni di italiani (dati ComScore relativi a novembre 2013) che si collegano a Internet ogni mese via smartphone, produttori, ma anche retailer sono stati “costretti” ad adottare nuove strategie multicanale.

Tra gli utilizzatori degli smarphone e tablet è stato registrato che il 71%  utilizza questi stessi dispositivi mobile all’interno dei negozi che normalmente frequenta, soprattutto per confrontare i prezzi (42%), segnalare gli acquisti ai famigliari che non sono fisicamente con loro (30%), cercare informazioni aggiuntive e più dettagliate sui prodotti (25%) o scattare fotografie ai prodotti stessi (24%) cercandone le recensioni online (23%) (dati Osservatorio Mobile Marketing & Service della School of Management del Politecnico di Milano).

Direttive Europee

internet_mobile_crescitaAd incentivare questo tipo di mercato anche le Direttive Europee si sono allineate ai bisogni dei consumatori finali, prevedendo delle migliorie ai vari regolamenti.

Infatti dal  13 giugno 2014 cambiano le regole per gli e-commerce.

Lo scopo della Direttiva Europea è quello di dare maggiori tutele al consumatore finale e di avere un unico e solo regolamento per tutti i paesi facenti parte della Comunità.

Regole comuni  permetteranno così lo sviluppo e la crescita degli acquisti tra Stati differenti e forniranno al consumatore una maggiori garanzie.

Ci sarà il Diritto di ripensamento: dal 13 giugno, l’acquirente avrà più tempo per decidere se tenere oppure no i prodotti acquistati. I giorni a disposizione del cliente per il recesso saranno infatti 14 e non più solo 10 e decorreranno naturalmente dal momento in cui si riceverà la merce.

Il Rimborso avverrà nei seguenti modi:  l’acquirente una volta manifestata la volontà di recedere dall’acquisto avrà al max 14 giorni di  tempo per inviare la merce indietro e il venditore a sua volta avrà sempre al max 14 giorni per effettuare il rimborso della somma ricevuta.

In termini di Trasparenza altre novità: tutte le informazioni dovranno essere chiaramente indicate al cliente, come descrizione, identità del venditore, prezzo del bene/servizio offerto, modalità di pagamento  e tipologia di trasporto). In particolare scatta l’obbligo per il rivenditore di riportare i costi che il consumatore dovrà sostenere nel caso in cui decidesse di restituire il bene.

Nuove sanzioni: i rivenditori che  non rispetteranno le nuove e le vecchie  disposizioni andranno incontro a una sanzione da un minimo di 5 mila euro  a un massimo di 5 milioni di euro.

Realizzare siti web con WordPress

A chi interessa realizzare un sito web?

In questo articolo ti parlerò di come realizzare siti web con WordPress. Per quale motivo si ha la necessità di costruire un sito web? Chi si cimenta con l’esperienza di realizzare e mantenere aggiornato un sito web?

Principalmente due categorie di persone. La prima è quella del blogger, cioè persone che vogliono condividere sul web opinioni e passioni. Normalmente non si ci imbarca in questa esperienza con l’obiettivo di fare soldi e questo giustifica il fatto che si ci improvvisi webmaster per realizzare il sito web a costi molto contenuti.

La seconda categoria è costituità da coloro che vogliono utlizzare le opportunità che l’enorme mercato rappresentato da internet, offre. Quindi parliamo di aziende grandi e piccole, commercianti, artigiani, professionisti, etc… 

In questo secondo caso sconsiglio soluzioni fai da te (evita anche il cugino smanettone e l’amico che ti fa il sito gratis). Quando vai sul web con la tua attività, grande o piccola che sia, non puoi permetterti improvvisazione o scarsa professionalità. E’ l’immagine della tua azienda quella che metti in rete, non puoi permetterti di dare un’immagine approssimativa. Rivolgiti a professionisti del settore, gente che realizza siti web di mestiere e non come secondo lavoro.

Da HTML e Php ai CMS

Negli ultimi anni per la realizzazione di siti web professionali, si è passati da una soluzione artigianale, cioè la stesura riga per riga di codice html e php, a soluzioni più pratiche e veloci, tali sono i software per la gestione dei siti web detti CMS (Content Management System).

I CMS sono ormai diventati uno standard mondiale e uniscono alla semplicità di utilizzo un ottimo livello di affidabilità. All’avanguardia sia graficamente che tecnicamente, grazie ai pannelli di amministrazione estremamente amichevoli, anche coloro che non hanno grande dimestichezza con l’informatica e con internet possono tranquillamente utilizzare e mantenere aggiornato un sito web realizzato con un CMS.

WordPress si è evoluto con il tempo attraversando varie release: dalla versione 3, alla versione 4 denominata Benny, fino alle ultime versioni odierne. Gli esperti del settore hanno contribuito poi allo sviluppo dei CMS, creando delle comunità di supporto (forum) gratuite e di alto livello.

Perchè realizzare siti web con WordPress

Pur non essendo l’unico, WordPress è il CMS più famoso ed utilizzato nel mondo. E’ gratuito e permette di gestire il proprio sito web in maniera semplice e veloce, senza dover conoscere i linguaggi di programmazione come HTML e Php. Ha un interfaccia grafica molto intuitiva e semplice da utilizzare.

Con qualche clic di mouse si riescono a realizzare pagine, articoli ed interi siti web. Vediamo un poco più nel dettaglio quali sono le ragioni di questo successo.

Semplicità di utilizzo

WordPress è nato proprio con questo obiettivo: assistere l’utente nella gestione dei propri contenuti, semplificandone tutte le fasi per la creazione, modifica ed eliminazione degli stessi. E ribadisco che non è uno strumento per guru dell’informatica.

Ti faccio un esempio. Poniamo che tu stia partendo con un’attività commerciale. Probabilmente hai bisogno di un sito web. Dopo aver contattato una web agency (ricordati di Teutra in questo caso :-) e aver discusso con loro le caratteristiche tecniche e grafiche del tuo sito, ottieni il tuo sito web, affidabile, bello esteticamente e con tutte le tecnologie di ultima generazione.

Resta pero’ un problema: i contenuti o meglio, l’aggiornamento dei contenuti. Se vuoi essere presente nelle prime pagine dei motori di ricerca, i contenuti sono il tuo sacro graal. Se vuoi mantenere bassi i costi è probabile che tu voglia gestire in autonomia i contenuti del tuo sito, ad esempio attraverso un blog.

Con un blog puoi scrivere articoli su argomenti che interessano la tua nicchia di business e mantenere aggiornata la tua amata clientela con le ultime novità aziendali. Con wordpress è molto semplice mantenere aggiornato il tuo blog aziendale.

Flessibilità

Con WordPress si possono creare varie tipologie anche diverse di siti web. Blog, siti vetrina, e-commerce, siti web con blog, Social Network, Forum. Giusto per rendere l’idea Flickr, eBay, CNN sono siti creati utilizzando WordPress.

Temi

WordPress dà la possibilità di cambiare l’aspetto grafico del sito con un solo click di mouse, grazie alla voce Temi. Certo se il tuo sito web è complesso, è probabile che cambiare tema non sia sufficente affinchè tutto funzioni al primo colpo ma per siti più semplici, cambiare il tema non porta a grossi problemi.

Vi sono tantissimi tipi di temi, sia gratuiti che a pagamento; è davvero difficile non trovare quello che fa al caso proprio. Tra i tanti temi a pagamento vi segnalo Divi di Elegant Themes, che utilizziamo anche noi di Teutra, e Themeforest che offre centinaia di temi, davvero per tutte le tipologie di business. Inoltre wordpress offre centinaia di temi gratuiti. Molti li puoi trovare al suo interno, altri su vari siti web come ad esempio questo.

Supporto

WordPress è il CMS più utilizzato al mondo. Quale è il vantaggio? Una community enorme. Chi utilizza WordPress può facilmente trovare la risposta ai propri problemi, perché senz’altro qualcun altro, anche dall’altra parte del mondo, si sarà scontrato con il medesimo quesito. Per l’italia oltre ai gruppi di discussione presenti e molto frequentati sui social, vi segnalo una delle prime e più complete comunity su wordpress: wordpress italy.

Velocità

Realizzare siti web con wordpress offre anche un vantaggio dal punto di vista della velocità di caricamento delle pagine. WordPress è pensato per essere il più “leggero” possibile, ma allo stesso tempo da la possibilità di estendere le potenzialità del sito web creato attraverso gli infiniti Plugin offerti.

Il tempo di caricamento di una pagina web è uno dei parametri che Google utilizza nella valutazione di un sito web. Per questo motivo è importante che il nostro utente si veda caricare la nostra pagina molto velocemente sul suo dispositivo smartphone, tablet o PC. Esistono in wordpress dei plugin per memorizzare la cache e ridurre i tempi di caricamento delle pagine.

Seo Friendly

WordPress è ottimizzato per i motori di ricerca; la realizzazione di siti in wordpress garantisce, tramite i numerosi plugin esistenti, la garanzia di un supporto SEO di base per tutti, anche per coloro che stanno muovendo i loro primi passi nell’ ambito della Search Engine Optimization. Certo è un punto di partenza necessario ma non sufficiente a raggiungere obiettivi di rilievo se si parla di visibilità sui motori di ricerca. Per quello è sempre necessario consultare un consulente SEO.

Integrazione con i Social Network

La diffusa pratica di realizzare siti web con WordPress permette grazie ai numerosi plugin di cui dispone, di inserire collegamenti veloci alle proprie pagine dei Social Network. Oltre a semplici collegamenti, esistono anche decine di plugin che permettono l’inserimento di badge o box delle proprie pagine social come ad esempio Facebook members. Inoltre è possibile condividere con i propri contatti social, le esperienze di navigazione della rete.

Aggiornamenti continui e sicurezza

Proprio perché WordPress è il CMS più utilizzato al mondo, non può che essere sempre aggiornato e attento alla sicurezza.

Passiamo adesso all’analisi dei software aggiuntivi (Plugin) di WordPress, nel dettaglio ci soffermeremo su alcuni Plugin che ottimizzano la struttura del sito web ai fini dell’ottimizzazione SEO.

Ho scritto un altro articolo sui plugin che debbono essere utilizzati per ottimizzare il tuo sito wordpress che vi invito a leggere. Tra le migliaia di plugin esistenti per WordPress, vorrei segnalarvi quelli di Yoast di proprieta’ di Joost de Valk, che ha fatto di una passione, un mestiere. I suoi lavori sono molto apprezzati nell’ambiente SEO e WordPress: ve ne presento alcuni.

WordPress SEO di Yoast

Questo Plugin, scaricabile da qui, sicuramente il più famoso tra quelli ideati da Yoast, rappresenta uno strumento potente e completo per l’ottimizzazione SEO. Il vero vantaggio di questo Plugin è rappresentato dal fatto che gli sviluppatori sono molto aggiornati sulle novità che vengono introdotte da Google via via e quindi lo tengono sempre aggiornato e al passo coi tempi.

News SEO di Yoast

Consente di creare facilmente la sitemap con i parametri richiesti da Google News, scaricabile da qui.

Local SEO di Yoast

Consente di gestire la creazione del file KML, la Geo Sitemap, i microformati per l’indirizzo e l’inserimento della Google Maps. Ulteriori info alla pagina del plugin.

Video SEO di Yoast

Plugin a pagamento che consente di ottimizzare in modo semplice il codice HTML quando si inseriscono dei video nelle pagine web. Grazie ad esso, possiamo richiamare i video da YouTube e, nel momento in cui appaiono in SERP con la miniatura, l’utente che cliccherà verrà rimandato sul sito web e non su YouTube. La pagina del plugin

Per concludere, vi lascio con l’indicazione di un plugin scaricato milioni di volte e pur non essendo della famiglia Yoast, è di una qualità molto apprezzabile.

All in one SEO pack

Questo Plugin offre potenzialità inferiori rispetto a quelli di Yoast, pur permettendo di modificare solo gli aspetti strettamente fondamentali, rimane un prodotto valido e di facile utilizzo. Anche per questi motivi è il Plugin più scaricato da milioni di utenti. Teutra è specializzata nella realizzazione siti web Torino.

E tu, cosa ne pensi di WordPress? Lo utilizzi ? Usi altri plugin ? Raccontaci la tua esperienza.

 

Restyling di un sito web

Il restyling di un sito web è un’attività molto importante che molto spesso, viene sottovalutata o ignorata.

Il sito web è l’immagine aziendale sulla rete internet, la cosi detta vetrina.

Cosi come, di tanto in tanto, si rinnovano le vetrine dei negozi, anche il sito web aziendale ha bisogno di aggiornamenti periodici.

Detto questo, con che frequenza bisogna riprogettare un sito web e per quali motivi ?

Il restyling di un sito web comporta in genere, l’aggiornamento dell’aspetto grafico per allinearsi alle tendenze attuali del design.

Tuttavia ci sono in realtà altre due ragioni per la riprogrammazione di un sito web.

  1. Migliorare l’esperienza utente con una particolare attenzione per le conversioni
  2. Migliorare la tecnologia per semplificare la creazione di contenuti

Restyling di un sito web e la User Experience

Ogni singola pagina di un sito web dovrebbe essere considerata come un messaggio pubblicitario.

Ogni pagina deve avere sia un pubblico che un obiettivo. La prima realizzazione di un sito web di solito avviene in fase di start-up aziendale: è il momento in cui gli obiettivi di business aziendali sono ancora in fase di sviluppo.

Se il business cresce,  l’azienda comincia ad offrire più servizi e prodotti.

Questa crescita ha come conseguenza sul sito, un aumento di pagine che a lungo andare, può rendere difficile la navigazione.

Se un navigatore incontra informazioni ripetitive o peggio non riesce a trovare ciò che cerca perché nascosto in qualche menù periferico, ecco che c’è il rischio che abbandoni il sito per cercare le informazioni di cui ha bisogno sul sito della concorrenza, graficamente più aggiornato e meglio navigabile.

Se il business cresce, è probabile che il sito debba essere ridisegnato avendo la user experience bene in mente. Il business è in crescita, di conseguenza la spesa è giustificata.

Ridisegnare per miglioramenti tecnologici

La tecnologia Web si muove velocemente. Solo un paio di anni fa i social media non avevano il peso che hanno oggi nella diffusione di messaggi, anche pubblicitari.

Il classico esempio è quello della pubblicità televisiva. Anche le grandi marche, quelle che spendono milioni di euro ogni anno per la pubblicità in TV, non  mancano di inserire i loghi dei principali social media, Facebook, Twitter e Google+, nei loro spot pubblicitari.

Se il sito web della vostra azienda non ha riferimento alle pagine social aziendali è molto probabile che stiate perdendo una importante opportunità di business.

Altro esempio: il responsive design. Oggi non è più pensabile realizzare un sito web ignorando la grande popolarità e diffusione di tablet e smartphone.

Dal 21 aprile 2015, Google ha disposto delle penalizzazioni nei risulati delle ricerche a tutti quesi siti web che non permettono una navigazione ottimale per qualsiasi dispositivo grafico. In pratica tutti i contenuti debbono essere fruibile su ogni schermo: dal PC allo smartphone al tablet.

Costi per il restyling di un sito web

I costi necessari per il restyling di un sito web saranno ovviamente proporzionali a quanto viene cambiato. Ad esempio, ridisegnare il look costerà meno che cambiare la tecnologia che alimenta il sito web. Il modo migliore per preparare un progetto di restyling di un sito web è di avere obiettivi chiari:

  • Ridisegnare le pagine dei prodotti per aumentare il numero di richieste di informazioni che otteniamo utilizzando i moduli di contatto.
  • Realizzare pagine di destinazione differenti per differenti prodotti nel caso si voglia realizzare una campagna pay per click.
  • Ottimizzare le pagine dei prodotti per la navigazione mobile in modo dal migliorare la call to action.

Questi sono solo alcuni esempi ma ce ne possono essere tanti altri, la cosa importante è che gli obiettivi per cui si da vita ad un restyling di un sito web siano chiari e definiti.  

Se il vostro sito web sente il peso degli anni provate a contattare Teutra per migliorare l’aspetto grafico e funzionale del vostro sito web.