Perché il posizionamento naturale sui motori di ricerca deve avvenire in maniera graduale.

Una volta stabilite le potenzialità e l’efficacia che il posizionamento di un sito internet potrebbe apportare ad un’attività online, è necessario fare delle precisazioni sui vari metodi per il posizionamento e sulle particolari caratteristiche.  Posizionare un sito internet sui maggiori motori di ricerca (in primis su Google), è il frutto di un lavoro molto accurato e preciso che riesce a dare i risultati sperati solo se svolto in maniera appropriata. In caso contrario ciò che ne ricaveremmo sarebbe l’esatto contrario o ancor peggio riceveremmo delle penalizzazioni (o anche la cancellazione definitiva del sito sui motori di ricerca) se le tecniche sono scorrette.

Ma per capire bene come funziona il posizionamento google è necessario fare chiarezza; innanzitutto fare una distinzione fra “posizionamento forzato” e “posizionamento naturale”:

posizionamento naturalePosizionamento Forzato

  • Il posizionamento forzato permette a qualsiasi sito di raggiungere in breve tempo determinate posizioni sui motori di ricerca, il problema però è la loro permanenza. Infatti i siti che raggiungono le prime posizioni nella SERP in seguito ad un posizionamento forzato sono destinati ad abbandonare tale posizione con la medesima velocità con cui l’hanno raggiunta.

Questo avviene perché il posizionamento “forzato” (a differenza del posizionamento naturale) è il frutto di tecniche studiate per aggirare gli algoritmi alla base dei motori di ricerca la cosi detta SEO black hat. Nella stragrande maggioranza dei casi queste tecniche vengono scoperte e quello che ne consegue è la penalizzazione del posizionamento del sito sulle SERP. Quindi si ha l’esatto contrario di quello che si vorrebbe ottenere.

Le tecniche per un posizionamento forzato sono diverse, tra le più conosciute ed utilizzate vi è quella di arricchire il sito web di testo contenente parole chiave che il visitatore non può leggere, ma che sono contenute nel codice, al fine di aggirare il sistema di controllo dei motori di ricerca. Tale tecnica potrebbe dare risultati immediati sul posizionamento su google, ma una volta scoperto l’inganno portano ad una penalizzazione del sito e, in alcuni casi, alla rimozione definitiva dell’indirizzo internet sui motori di ricerca.

Posizionamento Naturale

• Il posizionamento  naturale è quel “modo” che conferisce al sito web una buona visibilità, una posizione rilevante sulla SERP (pagina dei risultati delle ricerche) e la mantiene nel tempo. L’ indicizzazione naturale e duratura di un sito internet è quella che si ottiene se si crea:

    • un sito web incentrato su un determinato argomento (nicchia),
    • un sito ricco di informazioni valide e reali, un sito con contenuti utili per la nicchia di riferimento.
    • un sito con l’inserimento semantico di parole chiavi opportune;
    • un sito con immagini leggere che non appesantiscono il caricamento delle pagine,
    • un sito dove il codice è realizzato seguendo le linee guida stabilite da Google.

Questo in linea generale. Ma soffermiamoci adesso su delle tecniche SEO per realizzare un posizionamento naturale. L’attività di ottimizzazione riguarda diversi ambiti:

  • posizionamento delle parole chiavi (Keyword);
  • ottimizzazione delle pagine che compongono il sito web;
  • caratteristiche del dominio scelto;

In questo testo scenderemo nel dettaglio su come inserire le Parole chiavi per ottenere un buon posizionamento nel sito internet.

Posizionamento delle parole chiavi (Keyword)

  • Le keyword devono essere inserite nel (tag) titolo.
  • Il Titolo deve essere al max di 70 caratteri e contenere la parola chiave scelta, posizionata  all’inizio del titolo o, comunque, il prima possibile.
  • Il titolo deve essere una frase di senso compiuto e non una serie di keyword inserite.
  • Nel testo le parole chiavi devono essere posizionate all’inizio del primo paragrafo, se il testo è suddiviso in paragrafi, nel sottotitolo del primo paragrafo e all’inizio del secondo paragrafo. Queste indicazioni potrebbero andare bene per un testo di circa 300 parole, ma se il testo è più lungo inserire più volte le keyword nel testo, senza eccedere mai. Mantenendo sempre un testo leggibile e fluido.
  • Le keyword se sono costituite da più parole, dovrebbero essere quanto più vicine possibili (“tecniche SEO” è meglio di “tecniche per il SEO”), quindi eliminare congiunzioni, sempre nel limite e nel rispetto della lingua Italiana.

Ottimizzazione delle pagine che compongono il sito web;

  • serpUna volta creati un po di articoli, è opportuno inserire link interni, cioè collegamenti a post pubblicati in precedenza, mantenendo come denominazione del link (anchor text), proprio la parola chiave inserita nel post al quale si rimanda.
  • Il permalink (indirizzo del post) deve contenere le parole chiavi scelte per quell’articolo, quindi modificare il permalink se quello suggerito dal CMS è troppo lungo, ricordandosi di scrivere le parole chiavi separate dal trattino.
  • Inserire sempre il META tag DESCRIPTION (il testo visualizzato nei motori di ricerca subito dopo il titolo della pagina web) che non deve essere più lunghe di 150 caratteri e deve contenere le parole chiavi.
  • Il contenuto del post deve contenere del testo il GRASSETTO, e sarebbe opportuno che almeno un grassetto sia la parola chiave scelta.
  • Inserire IMMAGINI all’interno del testo, inserendovi il titolo e il testo alternativo contenete le parole chiavi.

Tutto questo, senza brutalizzare la lingua Italiana ha, come obiettivo, aiutare il robot di Google, il robot che cataloga automaticamente le pagine web, a capire di che cosa tratta l’articolo in esame e, di conseguenza, l’intero sito web. Quindi questi accorgimenti non devono essere interpretati come una forzatura, anzi è Google stessa che fornisce, nelle proprie linee guida, questi accorgimenti. Seguendo questi suggerimenti,  si porta il sito web ad un migliore posizionamento in maniera naturale, piano piano, con il tempo.

Resta ancora da dire che questo non è sufficiente. Per ottenere una vera spinta, per raggiungere il successo di un sito web è’ necessario pubblicare contenuti di qualità, contenuti che per il loro stesso valore informativo possano essere raccomandati dai visitatori su blog, forum e altri siti che trattano lo stesso argomento del vostro sito.

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Melchiorre Schifano è sono un SEO e Web Designer o in altre parole, realizzo siti web moderni e compatibili con le moderne tecnologie e li ottimizzo secondo le regole dettate dai motori di ricerca. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social; a te non costa niente ma per me sarebbe un segnale di apprezzamento per il mio lavoro :-)

Ultimi post di melchiorre schifano (vedi tutti)