Facebook e Google +: pregi e difetti

Il web 2.0 consegnerà ai posteri tante verità. La più essenziale è la seguente: non si può prescindere dai social network. Le piattaforme social hanno invaso i campi più disparati dell’interazione umana, influenzando le dinamiche del lavoro, delle relazioni personali, dell’intrattenimento.

Nondimeno, l’offerta dei social network è variegata. Un posto di primo piano è occupato da Facebook (ovviamente) e da Google +, con i relativi pregi e difetti. Di seguito, una loro analisi dal punto di vista del marketing.

Facebook

Facebook

Pregi: E’ universale. Il bacino di potenziali clienti che è possibile ricavare grazie a Facebook è immenso. Forte del suo miliardo e passa di utenti, il social di Zuckerberg si è rapidamente imposto come un must sul fronte del web marketing. Un’altra caratteristica di Facebook è la fluidità delle conversazioni. Commentare, postare, condividere e taggare sono azioni estremamente intuitive, veloci da compiere. Il ché aumenta il numero delle conversazioni, dunque rinsalda la relazione utente-imprese, dunque amplia le possibilità di vendita.

Difetti: E’ troppo universale, quindi generalista. Su Facebook c’è di tutto. Questo crea distorsioni dal punto di vista dell’ottimizzazione del messaggio. Targettizzare risulta difficile (per esempio a una pagina Facebook possono iscriversi tutti). Fortunatamente, spesso sono gli stessi utenti a colmare lo squilibro, scegliendo i contenuti che più si adeguano all’associazione messaggio-target stabilita da chi somministra la comunicazione.

google+

Google +

Pregi: E’ preciso. Grazie al sistema delle cerchie (ben più immediato del fac-simile improvvisato da Facebook) è possibile riservare un contenuto a un determinato gruppo di persone precedentemente realizzato. Ciò apre le porte alle più complesse dinamiche di targetizzazione. Un altro pregio è la valenza editoriale che ha assunto – un po’ per volontà di Big G un po’ per iniziativa collettiva degli utenti – diventando un contenitore formidabile di articoli. Google+ è dunque la piattaforma per eccellenza per l’article marketing, branca del marketing che entra in punta di piedi nelle case delle persone, e lo fa portando con sé informazioni, curiosità, conoscenze che vanno oltre la semplice prospettiva del prodotto.
Difetti: E’ nuovo. Non che la novità non sia un valore. Solo che Google+, essendo nato di recente, non può vantare il numero di utenti di Facebook (Zuckerberg batte Google 2 a 1). Google+, inoltre, non possiede la fluidità delle conversazioni di Facebook, da questo punto di vista assai più funzionale.

articolo facebook e google +

 

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Melchiorre Schifano è sono un SEO e Web Designer o in altre parole, realizzo siti web moderni e compatibili con le moderne tecnologie e li ottimizzo secondo le regole dettate dai motori di ricerca. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social; a te non costa niente ma per me sarebbe un segnale di apprezzamento per il mio lavoro :-)