Cambia il modo di fruire internet, cambiano gli algoritmi di Google

Google si prepara a lanciare un nuovo algoritmo, da affiancare ai precedenti Panda, Penguin, Pigeon etc.. dedicato alla verifica dei siti mobile-friendly. In buona sostanza se il vostro sito web si adatta ad ogni tipo di schermo, e quindi anche a quello dei dispositivi mobili (smartphone e tablet), dovrebbe ottenerne un vantaggio al momento della compilazione della SERP, la pagina dei risultati dei motori di ricerca. Questo rimarrà uno dei tanti segnali di cui Google tiene conto, ma sarà un segnale importante.  Se non fosse cosi’ importante, Google non avrebbe avuto il tempo di preannunciarlo già in più occasioni e non avrebbe neanche impegnato le sue risorse con l’invio di messaggi con il Webmaster Tools ai webmaster il cui sito, attualmente, non passa questo test.

Ma quando sarà operativo questo nuovo algoritmo ? Il cosidetto Mobilgeddon avrà luogo il 21 aprile 2015. Si Google ha dato una data. La modifica interesserà gli algoritmi di ricerca in tutte le lingue del mondo e avrà un impatto significativo nella formazione della SERP. Chi non è mobile-friendly ha solo poco più di un mese per mettersi a posto.

21 aprile 2015, che fare ?

La prima cosa da fare è verificare se il proprio sito è compatibile con i dispositivi mobili. Google ci mette a disposizione una pagina per testare il sito per la compatibilità con i dispositivi mobili. Inserite il vostro URL e analizzate il vostro sito. Spero che possiate ottenere qualcosa che assomiglia a questo, e cioè che la pagina è mobile-friendly:

teutra mobile

Se l’URL non è considerato mobile-friendly, Google vi dirà le ragioni specifiche e vi mostrerà le risorse per aiutarvi a risolvere i problemi. Tra le ragioni per cui una pagina non è mobile friendly potrebbero essere presenti cose come: “il contenuto è più ampio  dello schermo,” “utilizzo di plugin incompatibili”, “link troppo vicini”, “testo troppo piccolo”, etc…

not-mobile-friendly
Google consiglia le seguenti piattaforme per la creazione di nuovi siti: WordPress, Joomla, Drupal, Blogger, vBulletin, Tumblr, DataLife Engine, Magento, PrestaShop, Bitrix, e Google Sites. Google fornisce, inoltre, una guida dedicata per ciascuna di queste piattaforme. .

Google dà anche delle linee generali sulle operazioni da svolgere :

  • backup del sito prima di apportare modifiche,
  • aggiornare il CMS alla versione più recente,
  • assicurarsi che i temi che si vogliano utilizzare siano mobile-friendly
  • consultare forum di supporto per il proprio CMS verificare eventuali problemi venuti a galla.

 

“Progetta il tuo sito per contribuire a rendere più facile, per il cliente, il completamento dei loro compiti più comuni: assicurarsi che siano facili da completare su un dispositivo mobile. Provare a semplificare l’esperienza e ridurre il numero di interazioni con l’utente. “

tre-cellulari
Il 21 aprile 2015 si avvicina e se hai bisogno di rendere il tuo sito web pienamente fruibile su dispositivi mobili, puoi sempre rivolgerti a professionisti del settore, i consulenti Teutra.

Ispirato e liberamente tradotto da questo articolo

 

 

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Melchiorre Schifano è sono un SEO e Web Designer o in altre parole, realizzo siti web moderni e compatibili con le moderne tecnologie e li ottimizzo secondo le regole dettate dai motori di ricerca. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social; a te non costa niente ma per me sarebbe un segnale di apprezzamento per il mio lavoro :-)