Il problema di come gestire una pagina aziendale facebook è molto sentito. Questo articolo è un approfondimento sullo stesso argomento facebook aziendale che ho ho scritto tempo fa. Molti imprenditori hanno capito l’impatto che internet e i social media possono avere sul proprio business. Essi spesso provano a gestire una pagina aziendale facebook da soli o più spesso, affidano questo compito ad una web agency che lo possa fare per loro conto. 

Perché Facebook

Se hai un’attività e ti stai chiedendo perché utilizzare Facebook per fare conoscere il tuo marchio la tua azienda la risposta è semplice. Facebook, ad oggi, è il miglior social media in Italia, il più conosciuto e utilizzato. Sono 23 milioni i profili Facebook registrati, il che significa che un Italiano su tre ha un profilo Facebook.

Mezzo e non fine

Facebook deve essere per la vostra attività uno strumento utile per portare utenti al vostro sito web. Cosi’ come il blog aziendale, il canale Youtube aziendale, Twitter, Pinterest e tutti gli altri social. La vostra pagina facebook deve avere l’obiettivo di spingere il vostro potenziale cliente verso il vostro sito web.

Contenuti

I contenuti sono fondamentali. Per alimentare una pagina aziendale facebook non basta modificare lo stato e postare qualche immagini di tanto in tanto. Bisogna dare informazioni interessati, utili per la vostra nicchia di utenza. Dovete capire cosa piace ai vostri utenti, quali sono i contenuti che preferiscono, che danno piu’ lead generation in modo che la vostra pagina funga da megafono che amplifichi la conoscenza del vostro marchio.

Piano Editoriale

Non lasciate nulla al caso ma programmate le cose che avete da dire stilando un piano editoriale. Individuate le categorie e i relativi argomenti, suddivideteli secondo la frequenza di pubblicazione che avete stabilito, interpretate quali sono gli orari di maggior audience, gli orari in cui la maggior parte dei vostri fans è connessa. Per fare un esempio, se i vostri contenuti si rivolgono agli studenti sconsiglierei la pubblicazione di contenuti la mattina poiché i ragazzi sono a scuola.

Chiarezza

chiarezzaParlate in maniera semplice in modo che il vostro pubblico possa comprendervi. Usate un linguaggio colloquiale e cercate di coinvolgere l’utente nella discussione chiedendo ad esempio, pareri.

Rispondere

Sui social, e quindi su Facebook, tutti gli interlocutori sono paritari. Se parlate all’utente come se fosse un’amico, perché non rispondergli? Se un vostro fan vi fa un domanda o vi invia un messaggio, rispondete sempre e siate sinceri nelle risposte, così come lo sareste con un amico. Ne va della credibilità vostra e del vostro marchio.

polemicaCommenti negativi e polemiche

Con la crescita del numero dei vostri fans, cresce la possibilità di avere commenti negativi e polemiche. La cosa più importante è sempre rispondere. Non alimentate la polemica, non censurate e rispondete alle critiche. Una critica negativa senza una risposta, o al limite delle scuse, non fa altro che far pensare in maniera poco positiva di voi e della vostra attività. Non rispondere ad una critica equivale a confermare che la critica è stata mossa a ragione e questo non va a vostro vantaggio.

La piaga dei gattini :-)

gattoOgni giorno un gatto si sveglia e deve correre per non essere fotografato e postato su facebook :-). Su Facebook si può postare di tutto: immagini, citazioni, domande, video etc.. ma per coinvolgere gli utenti occorre postare contenuti emozionali, contenuti che vadano oltre il razionale e riescano a stimolare l’inconscio dei fans. L’esempio che tutti conosciamo sono le foto dei gatti. 

Velocità

Riuscire a pubblicare per primi una notizia può far salire notevolmente i numeri della vostra pagina aziendale e iniziare il cosi detto ‘effetto virale’. Controllare le notizie che interessano il vostro settore, cercate di diventare voi i creatori della notizia sui social network.

virale

Aggiornamenti

Postate tutti i giorni. Non create una pagina aziendale per poi abbandonarla: l’utente che trova una pagina facebook non aggiornata si farà una pessima opinione di voi e di come gestite la vostra attività. Se non avete il tempo di gestire una pagina facebook e non volete farlo fare ad altri, meglio non averla del tutto.

Lingua

Rispettate la lingua Italiana. Quando postate, fermatevi un attimo prima di confermare, e rileggete con attenzione il vostro post. A parte che postare errori di ortografia non depone a vostro favore, il web è pieno di cultori della lingua pronti a farvi fare una brutta figura (a voi e alla vostra azienda).


Credibilità

Fate dei controlli prima di lanciarvi a pubblicare una nuova notizia. Ci sono utenti del web che si divertono a postare notizie false solo per divertimento o per vedere ‘come va’ (occhio alle notizie che compaiono il primo d’aprile :-)). Se postate una notizia falsa rischiate di compromettere la vostra credibilità sul web.

traffico webLeggere i dati

Leggere i dati della vostra pagina e dei vostri post è fondamentale per capire dove state andando. Vediamo quali sono i dati più significativi.

  • Portata è il numero di persone che ha visto il vostro post
  • Persone che parlano di questa pagina è il numero di persone che hanno interagito con il vostro post (click, mi piace, commento, condivisione) creando una notizia.
  • Diffusione è il rapporto tra le persone che hanno creato una notizia rispetto alle persone che hanno visualizzato i vostri post.

Il dato più importante è quello relativo al numero di persone che hanno interagito con il vostro post, da questo potete avere un’idea della vostra utenza. Se avete un bacino di 10000 utenti, assicuratevi che le interazioni siano in proporzione. In caso contrario c’e’ qualcosa che non va. Cercate di capire quali sono i post che funzionano di più con il vostro pubblico e agite di conseguenza.

 

 

The following two tabs change content below.
Mi chiamo Melchiorre Schifano è sono un SEO e Web Designer o in altre parole, realizzo siti web moderni e compatibili con le moderne tecnologie e li ottimizzo secondo le regole dettate dai motori di ricerca. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social; a te non costa niente ma per me sarebbe un segnale di apprezzamento per il mio lavoro :-)